In Valle Elvo a Sordevolo si ricorda ogni 5 anni l’evento che segnò la storia dell’umanità: la Passione di Cristo.
Il territorio va in scena: più di 400 sordevolesi vestono i panni degli attori e danno vita ad uno spettacolo emozionante a cielo aperto, in cui si ricostruisce la Passione dell’Altissimo, in un anfiteatro di 4.000 mq. Oltre 30.000 spettatori da tutto il mondo accorrono per assistere dal vivo alla rappresentazione.

La Passione di Sordevolo è una forma rara di teatro corale popolare, una tradizione avviata nel 1815, che si tramanda da 200 anni di generazione in generazione.

L’unicità è data anche dalla doppia versione dello spettacolo: la Passione degli adulti e la Passione dei bambini. Tutti provano con impegno e dedizione per onorare una tradizione secolare.
Per avvicinarsi al territorio, ricordare la storia di Cristo ed emozionarci insieme è possibile visitare il Museo permanente della Passione, allestito nel coro e nella sacrestia della Chiesa di Santa Marta a Sordevolo.
Il territorio è capace di offrire i piatti della tradizione locale, viste mozzafiato, ma soprattutto uno spettacolo unico nel suo genere in Italia, di grande valore storico, culturale e religioso.

I numeri de La Passione

0 anni
di “Passione”
0 attori
di età compresa fra i 5 e gli 80 anni
0 persone
dietro le quinte
0 repliche
da giugno a settembre
0mila
spettatori a edizione
0mila
ore lavorative

La storia

Nei numero unici del 1901 troviamo scritto:

“Non risaliamo ai tempi remoti e neppure alle rappresentazioni che avevano luogo prima del 1850 perché i comitati d’allora non avevano norme sicure come dal 1850 in poi.”

Questo primo accenno ci fa capire che sicuramente prima del 1850 a Sordevolo “o in piazza o nei vari cortili”, come verrà affermato anche da Alessandro d’Ancona in Origini del Teatro Italiano del 1891, si rappresentava la Passione.

continua a leggere

Lo spettacolo

Dal 1816, ogni cinque anni, da giugno a settembre per tre sere la settimana quattrocento sordevolesi – tra comparse, attori, musicisti e operatori di scena – danno vita alla Sacra Rappresentazione della Passione di Cristo, su un testo del 1500 di Mons. Giuliano Dati.

Per l’allestimento e l’esecuzione – in un’area di 4000 mq. trasformata in un piccolo lembo di Terra Santa – si impegnano per 75.000 ore, gratuitamente, persone di ogni età, ceto sociale e orientamento culturale.

continua a leggere

Il museo

Un Museo di persone e non solo di reperti e di ruoli.

Il Museo della Passione allestito nel coro e nella sacrestia della Chiesa di S. Marta è stato inaugurato nell’ agosto del 2005.

Il visitatore potrà ammirare nel suo percorso documenti inerenti la storia della Passione di Sordevolo, raccolta di filmati, fotografie, testi ed oggetti che illustrano il glorioso passato di questa Sacra rappresentazione di teatro popolare.

continua a leggere

La Passione dei piccoli

La Passione è un fenomeno sociale e culturale così totalizzante che i bambini non sono coinvolti solo nella rappresentazione principale, ma hanno anche uno spettacolo tutto loro!

Una rappresentazione curata e gestita interamente dai bambini di Sordevolo (e dintorni) dai cinque anni in su, che mettono in scena la stessa rappresentazione in piena autonomia.

continua a leggere

L’anfiteatro

L’anfiteatro Giovanni Paolo II accoglie 2400 persone ed è il luogo in cui prende vita la rappresentazione.

Anfiteatro

Foto dell’anfiteatro

Scenografia dell’edizione 2010

Scenografia dell’edizione 2015